Che bella sorpresa: i nonni di Google leggono nei giardini.

Oggi, #2ottobre è la #festa dei nonni, introdotta nel 2005 con una legge per celebrare “l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale”: secondo questa legge, regioni, province e comuni hanno il compito, in questa data, di organizzare iniziative ed eventi che servano alla “valorizzazione del ruolo dei nonni”. Per la Festa dei nonni è stato scelto il 2 ottobre perché è il giorno in cui la Chiesa cattolica celebra, dal 1670, per scelta di Papa Clemente X, gli “angeli custodi”.
Ci piace notare che il simbolo (il cosiddetto doodle) che Google ha scelto per oggi e che tutti abbiamo trovato aprendo la pagina di ricerca, ha due elementi speciali: il libro e il verde, erbe e fiori.
Non sappiamo quanti nonni e quanti nipoti si ritrovino, o si siano ritrovati oggi, intorno a un libro e in un giardino. Ma è per lo meno curioso, e di buon auspicio, che la multinazionale più potente del web celebri con l’immagine di libri e verde questa giornata.  La nostalgia di un passato che difficilmente tornerà? Un’idea da perseguire, nonostante tutto? Chissà. Comunque meglio che un doodle a base di smartphone e distanze siderali tra generazioni. E’ bello scoprire che c’è anche un fiore ufficiale della Festa dei Nonni: il Non-ti-scordar-di-me. Se son rose….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *